Federproprietà Napoli

Fase 2, la protesta delle scuola guida: sit-in a Firenze, Roma e Verona. Napoli, in 300 davanti alla Prefettura

Pubblicità

Fase Confarca NapoliLo avevano annunciato e lo hanno fatto. Oggi hanno protestato ancora una volta i titolari di scuola guida e scuole nautiche in quattro grandi città d’Italia per la gestione della fase 2 dell’emergenza coronavirus. Tante persone in piazza «per dire no agli esami teorici per la patente di guida all’interno delle motorizzazioni civili».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Quattro sit-in organizzati a Napoli, Firenze, Verona e Roma per contestare la decisione, inserita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di far espletare gli esami teorici per le patenti all’interno delle Motorizzazioni civili nella fase 2 dell’emergenza sanitaria da Covid-19.  Misura che, secondo gli operatori, rischia di creare – a partire dal 3 giugno, con la ripresa degli esami – assembramenti e caos per gli aspiranti patentati, a causa di assembramenti e spostamenti verso gli uffici ministeriali che non sarebbero più a carico dei titolari delle scuole guida, bensì degli iscritti ai corsi per la patente e dei loro famigliari.

Fase 2, a Napoli l’incontro con l’assessore alle Attività produttive

Circa 300 persone hanno manifestato in piazza del Plebiscito, a Napoli, davanti alla sede della Prefettura. Dalla Prefettura, una delegazione dei manifestanti si è spostata verso Santa Lucia dove, nel palazzo della Regione, sono stati ricevuti dall’assessore alle Attività produttive, Antonio Marchiello.

«E’ stato un incontro costruttivo e soddisfacente – ha commentato Pino Russo, coordinatore regionale Confarca Campania – L’assessore ha condiviso la nostra preoccupazione relativa al rischio contagio e si farà portavoce delle nostre richieste anche con il governatore».

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Leggi anche:  Mascherine acquistate e mai consegnate nel Lazio: la Corte dei Conti indaga. Invito a dedurre per Zingaretti
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Il M5S si piega alla riforma del Mes e dà via libera a Conte. La paura delle urne convince quasi tutti i frondisti

Alla fine, come in tanti ipotizzavano oggi in Parlamento non accadrà nulla. Il premier Giuseppe Conte incasserà il via libera per andare a Bruxelles...

Dieci giorni per capire il futuro dell’Ue. E Conte apre a un tavolo con le opposizioni

L’Ue si prende tempo sulla crisi economica Covid-19 Due settimane per «avanzare proposte per un'azione coordinata di bilancio volta a contrastare gli effetti della pandemia...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook