Federproprietà Napoli

A Capri caos per lo sbarco di 293 persone. Il sindaco Lembo: «Situazione intollerabile»

Pubblicità

Il sindaco di Capri Marino Lembo e l’assessore ai Trasporti Paola Mazzina hanno indirizzato una missiva al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e al prefetto di Napoli Marco Valentini per denunciare il venir meno delle misure di sicurezza e ordine pubblico in occasione dello sbarco, avvenuto questa mattina, di 293 persone arrivate contemporaneamente sull’isola, dopo l’entrata in vigore delle ordinanze regionali sugli arrivi.  Secondo gli amministratori, gli accorgimenti previsti per mantenere le distanzesono stati vanificati e secondo il Comune, si sono creati assembramenti che è stato impossibile evitare, nonostante i controlli delle forze dell’ordine.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Nella missiva si denuncia la «mancanza di distanziamenti tra i natanti che ha dato luogo a una promiscuità a bordo tra i passeggeri, contemporanei sbarcati da Sorrento (153 persone) e da Napoli (140 persone), mancanza di qualsiasi collaborazione anche in banchina al momento dello sbarco da parte del personale delle compagnie di navigazione».

«Completamente disattesa – affermano ancora – anche la richiesta, formulata nei giorni scorsi dall’Amministrazione in più sedi, e soprattutto nel corso della riunione svoltasi venerdì 7 maggio presso l’Unità di crisi regionale alla presenza del presidente della Regione Campana Vincenzo De Luca, di distanziare le corse verso Capri da Sorrento, Castellammare e da Napoli al fine di scongiurare il rischio che gli sbarchi potessero avvenire contemporaneamente, dando luogo, come appunto è avvenuto, ad assembramenti sul porto».

Il sindaco e l’assessore chiedono «che vengano sì aumentati i collegamenti marittimi verso Capri, ma solo sulla base di previo accordo con l’Amministrazione di Capri, che le autorità preposte assicurino il distanziamento degli orari e, quindi, degli sbarchi e la contemporaneità delle partenze da Capri, che vengano effettuati i controlli da parte delle autorità preposte nei porti di partenza, che venga verificato e assicurato il rispetto della percentuale massima di capienza dei natanti». Il primo cittadino chiede inoltre «un fermo e deciso intervento, del Governatore, considerato che non è tollerabile che queste situazioni di ripetano»

Leggi anche:  Arzano, si pente Pasquale Cristiano. È il boss del corteo in Ferrari
Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, Ascione ci riprova: varata l’ennesima Giunta. Vitiello vicesindaco, Collaro ai lavori pubblici

Il primo cittadino di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, sembra aver trovato la 'quadra' e ha nominato la nuova Giunta comunale che dovrà traghettare Torre...

Torre Annunziata, rischi statici all’Alfieri: plesso chiuso per due mesi

Il sindaco ha interdetto il plesso di via Gambardella per 60 giorni Rischi statici: plesso scolastico chiuso per due mesi. È il senso dell’ordinanza firmata...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook