Ennesima intimidazione a don Patriciello: suocero del boss fermato dalla polizia

Colosimo: «Saremo sempre al suo fianco»

«Ennesimo atto di intimidazione subito a Caivano da don Patriciello, dove un uomo, suocero del boss Ciccarelli, armato di coltello, è stato fermato dalle forze dell’ordine mentre cercava di avvicinarsi a lui durante il consueto saluto ai fedeli». Lo riferisce il presidente della commissione antimafia Chiara Colosimo esprimendo «solidarietà e vicinanza» al prete antimafia. «Il lavoro, insieme con l’evangelizzazione, che don Maurizio sta portando avanti è fondamentale per strappare quelle terre alla criminalità organizzata e noi saremo sempre al suo fianco in questa battaglia per la giustizia e la libertà», ha aggiunto Colosimo.

Pubblicità

Secondo quanto si è appreso l’uomo, Vittorio De Luca, 74 anni (suocero del boss Domenico Ciccarelli) non è arrivato a contatto con il parroco anticamorra di Caivano don Maurizio Patriciello. Gli agenti lo hanno bloccato e subito dopo poi allontanato. Lui stesso si è poi avvicinato alla Volante della Polizia di Stato, sempre presente sul posto nell’ambito del programma di monitoraggio sul presule, e ha mostrato un’arma da taglio agli agenti che gliel’hanno sequestrata prima di denunciarlo per possesso di arma da taglio. Affetto da uno stato di salute psicologico precario, si è già reso protagonista di atti simili in passato.

Setaro

Altri servizi

Anima, cuore e tatami: l’autobiografia di Maddaloni presentata alla Feltrinelli Express

Il volume edito da Roberto Nicolucci Editore «L’anima del campione», autobiografia del campione di judo Marco Maddaloni e pubblicata da Roberto Nicolucci editore, sarà presentata...

Poliziotto ucciso in una rapina: imputato in coma, salta l’udienza

Il processo a 36 anni dall'omicidio di Domenico Attianese A causa delle gravi condizioni di salute di uno dei due imputati, in coma farmacologico per...