Torre Annunziata, Alfano alla Provolera: «Delinquenza si combatte garantendo il lavoro»

Il candidato del centrodestra ha incontrato i residenti

leri, 21 maggio, il leader della coalizione «Alleanza Straordinaria» per Torre Annunziata, professor Carmine Alfano, ha incontrato alcuni residenti del quartiere Provolera, abbandonato da decenni di cattiva amministrazione da parte del centrosinistra.

Pubblicità

Un quartiere rimasto fermo a oltre venticinque anni fa. «Questo senso di abbandono è comune in molti quartieri. Affinché avvenga il cambiamento c’è bisogno di persone competenti che gestiscano la macchina comunale. Dirigenti e assessori capaci di creare progetti e intercettare i fondi necessari volti allo sviluppo della città. Io partirò da qui, dai quartieri abbandonati dal centrosinistra e dal Pd, in particolare, per la riqualificazione del territorio – le parole di Carmine Alfano ai cittadini della Provolera – Vigilerò sulle graduatorie di assegnazioni delle case popolari, impegnandomi ad individuare quante più soluzioni possibili per aiutare i nostri concittadini in difficoltà».

«Dobbiamo evitare la delinquenza garantendo il lavoro e guardare al nuovo centro commerciale Maximall come un’opportunità, perché una parte delle tasse che dovrà versare nelle casse del Comune io, quando sarò sindaco, le sfrutterò nell’interesse dei negozi che vorranno aprire nei vicoletti di questi quartieri che possono diventare i volano del nuovo commercio. Per farlo, ho bisogno anche del vostro aiuto, dovete educare i vostri figli a diventare uomini e donne migliori, studiando e realizzandosi nella società, solo sosi. Torre può rinascere».

Setaro

Altri servizi

Prestiti a tassi tra il 40 e il 50%: sgombinata banda di donne nel Napoletano

Un’organizzazione a carattere familiare Avrebbero preteso, a fronte di prestiti in denaro, tassi usurai oscillanti tra il 40% e il 50% annuo, facendo leva sulle...

Piano Mattei, migranti e Medio Oriente: Meloni riceve l’appoggio dei leader

La premier: «al G7 l'Italia ha stupito e tracciato la rotta» «In questi giorni l’Italia è stata al centro del mondo, e gli occhi del...