Accerchiati e aggrediti da 30 persone: giovani rischiano il linciaggio per un equivoco

La folla pensava che avessero aggredito una ragazza minorenne

Momenti di tensione in corso Vittorio Emanuele, a Napoli, dove nel pomeriggio di ieri gli agenti della polizia locale sono intervenuti insieme a quelli della polizia di Stato per la segnalazione di una maxi rissa.

Pubblicità

Ma a generare l’accaduto è stato un equivoco: due giovani stranieri che a Napoli hanno rischiato di essere linciati da una trentina di persone in corso Vittorio Emanuele, non avevano fatto niente. È quanto hanno accertato gli investigatori intervenuti sul posto. I due stranieri, a quanto si apprende, si trovavano di passaggio e qualcuno ha pensato che avessero aggredito una ragazza minorenne, che era in difficoltà e che è stata portata in ospedale per accertamenti.

Così si è formata subito una folla di circa trenta persone che ha iniziato ad inveire contro di loro e che stava per passare alle vie di fatto. Provvidenziale è stato l’intervento tempestivo della polizia locale e della polizia di Stato che hanno riportato la situazione alla calma. Nel parapiglia, alcuni agenti della Municipale sono rimasti lievemente feriti e sono stati medicati in ospedale.

Setaro

Altri servizi

Anziano trovato carbonizzato in casa nell’Avellinese

Al momento non si conoscono le cause del rogo Un uomo di 80 anni è stato trovato senza vita semi carbonizzato nella sua abitazione di...

«Caserta gate», dalle intercettazioni il sostegno elettorale del clan Belforte

La genesi dell’inchiesta che ha portato ai domiciliari l’assessore comunale Massimiliano Marzo L’inchiesta che ha portato ai domiciliari l’assessore ai Lavori Pubblici, Protezione Civile e...