Avrebbero favorito la latitanza del reggente del clan Avventurato: 7 in carcere

Il clan Avventurato egemone nel campo delle richieste estorsive e nello spaccio

Favoreggiamento, associazione mafiosa, armi e droga. Operazione dei carabinieri del nucleo investigativo del gruppo di Castello di Cisterna ad Acerra che hanno dato esecuzione a un provvedimento di applicazione di misura cautelare in carcere, emesso dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 7 indagati.

Pubblicità

Sono gravemente indiziati, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, detenzione e porto di armi – anche clandestine -, detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti e di favoreggiamento personale perché avrebbero favorito la latitanza del reggente del clan Avventurato, operante ad Acerra e comuni limitrofi.

Inoltre, dalle attività investigative sarebbe emersa la perdurante operatività di tale sodalizio criminale, egemone nel campo delle richieste estorsive e nello spaccio di sostanze stupefacenti nonché la disponibilità, in capo all’organizzazione, di armi da sparo.

Setaro

Altri servizi

Hamsik declina l’invito del Napoli: «Mi piacerebbe tornare, ma non è il momento»

L'ex capitano azzurro: «Sento di dover restare in Slovacchia» «Calzona mi ha contattato, mi vuole con lui. Oggi vedrò sicuramente De Laurentiis a Napoli ma...

Omicidio di Alfonso Fontana, fermato il presunto killer del 24enne

È un 52enne di Castellammare di Stabia Omicidio di Alfonso Fontana a Torre Annunziata: arrestato il presunto killer del 25enne. Catello Martino, 52 anni di...