Colpito con una testata e ridotto in fin di vita: arrestato l’aggressore 44enne

La vittima è in prognosi riservata

Ridotto in fin di vita con una testata: arrestato l’aggressore. Sembra ci siano futili motivi alla base dell’aggressione avvenuta ieri in corso Freda a Cellole, in provincia di Caserta, che ha ridotto in fin di vita un uomo. La vittima, un 46enne, ricoverato presso il locale ospedale dove è giunto trasportato dal personale del 118, è attualmente in prognosi riservata e in imminente pericolo di vita.

Pubblicità

I carabinieri dell’aliquota operativa e radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca insieme a quelli della Stazione di Cellole, intervenuti sul luogo teatro dei fatti immediatamente dopo l’accaduto, hanno individuato e arrestato il 44enne aggressore, anch’egli di Cellole, che dovrà rispondere di tentato omicidio. Non sono ancora chiare le cause della discussione poi degenerata in aggressione. Non vi sono invece dubbi sulla dinamica.

Le immagini delle telecamere a circuito chiuso di alcuni esercizi commerciali del luogo, acquisite dai carabinieri, mostrano chiaramente come il 44enne, nel corso del litigio, abbia colpito prima con schiaffi e pugni e poi con una testata al volto il 46enne che, rovinato a terra, è rimasto privo di sensi. L’arrestato è stato trasferito presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Caso Cecchettin, i messaggi di Turetta a Giulia: «Ci laureiamo insieme o vita è finita per entrambi»

Un testo chiarissimo che, secondo gli investigatori, conferma la sua «ossessiva pretesa» Era l’inizio di febbraio del 2023, esattamente nove mesi prima che Giulia Cecchettin...

Usuraio si rivolge al clan dei Casalesi per riavere i soldi dai debitori: 5 arresti

Prestito di 45mila euro lievitato in poco tempo a 100mila Un prestito di 45mila euro lievitato in poco tempo a 100mila euro, con i debitori...