Nappi e Nonno contro De Luca: «Sanità campana al disastro, serve alternativa a De Luca»

Il centrodestra attacca il presidente della Regione Campania

«Vincenzo De Luca non è il mio avversario politico, ma l’avversario della Campania. E il suo principale disastro si chiama sanità. Non tornerò a snocciolare i numeri della tragedia che anche in questo settore ci rendono ultimi, cittadini di serie C in Italia e in Europa». È molto critico Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania nel corso del suo intervento al convegno «Sanità in Campania. Perché ultimi». Un incontro del centrodestra a cui hanno partecipato anche i sindacati Cisl funzione pubblica e Ugl.

Pubblicità

«Oggi – ha continuato Nappi – siamo qui soprattutto per annunciare che è arrivato il momento di costruire un’alternativa credibile per i campani che meritano una sanità veloce, efficace, a partire da drappelli di medicina che siano realmente territoriali e di prossimità. È questa l’unica strada da percorrere per non essere mai più ultimi, per ridare speranza ai campani, per la rinascita dei servizi fondamentali da offrire alla comunità. La sanità non è un’elemosina, è un diritto».

Marco Nonno ha continuato sulla stessa linea: «Nonostante le eccellenze tra medici e infermieri e il grande lavoro di tutto il personale sanitario, la situazione della sanità campana è disastrosa». Secondo Nonno «De Luca attacca il Governo parlando di un problema decennale come quello del numero chiuso a medicina per spostare l’attenzione rispetto ai grandi nodi irrisolti della sanità campana che non è stato capace di affrontare a partire dal nodo delle liste di attesa».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Sfregio a Giancarlo Siani, Valditara: «Scuola presidio di legalità, presto chiarezza»

Applausi nella scena dell'assassinio durante la proiezione di Fortapasc Durante la proiezione del film Fortapasc, mentre scorrevano le immagini dell’omicidio del giornalista Giancarlo Siani per...

Cultura, consegnati i «Premi Nazionali per la Traduzione» 2023

Conferiti 8 riconoscimenti, 4 maggiori e 4 speciali Sono stati consegnati ieri, a Roma, al Ministero della Cultura, i «Premi Nazionali per la Traduzione», edizione...