A Napoli giovedì santo con i senza fissa dimora

Zuppa di cozze solidale per 80 persone

Torna domani la “Zuppa di Cozze solidale” del giovedì santo per gli ospiti dell’ex dormitorio pubblico di Napoli.

Pubblicità

L’iniziativa, si legge in una nota del Comune di Napoli, è stata fortemente voluta dagli assessori al Commercio e al Welfare, Teresa Armato e Luca Trapanese, insieme al presidente del Caan Carmine Giordano.

Ed è proprio dal Caan, il più grande Centro agroalimentare del Sud Italia, che grazie alla generosità degli operatori del settore ittico ed alla collaborazione della Cooperativa Napoli Libera, è partito un carico di oltre un quintale di prodotti – cozze, vongole, gamberoni e polpi, ma anche freselle ed olio piccante – alla volta del Centro Prima Accoglienza di via De Blasiis.

Pubblicità Federproprietà Napoli

A tavola siederanno le ottanta persone senza dimora ospiti della struttura alle quali sarà servita la tipica zuppa di cozze della tradizione partenopea preparata dai docenti e dagli allievi dell’Istituto professionale per l’Enogastronomia “Antonio Esposito Ferraioli” di Napoli.

A salutare gli ospiti ci saranno il sindaco Gaetano Manfredi, gli assessori alle Politiche Sociali e al Commercio Luca Trapanese e Teresa Armato, insieme ai dirigenti dei Servizi e del Cpa, il presidente del Caan Carmine Giordano con i consiglieri Melania Barberis e Salvatore Velotto, la Preside dell’Istituto Ferraioli Rita Pagano, il presidente Cnl Stefano Luciano.

Setaro

Altri servizi

Istituzioni da riformare. Dopo il covid cambiati i paradigmi della democrazia

Un dpcm può assumere forza di legge, e provocare una sorta di cancellazione della certezza del diritto e di conflittualità permanente Lo stato di crisi...

Omicidio Maimone, chiesti 6 anni per il presunto complice di Francesco Pio Valda

Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato Il pm antimafia Antonella Fratello ha chiesto sei anni di reclusione per Rocco Sorrentino, accusato della...