Covid, De Luca: “Non escludo nuova ordinanza su mascherine”

“Credo che tutti quelli che lavorano nelle strutture al chiuso, a cominciare dai ristoranti, debbano mantenere la mascherina. Chi serve ai tavoli o lavora in cucina, almeno quelli devono indossare la mascherina. Stiamo verificando se fare qualche ordinanza regionale più restrittiva, ma al di là  delle ordinanze la mascherina serve a tutelare la nostra vita e la vita dei nostri familiari”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, rispondendo ai giornalisti in merito al Covid.

Pubblicità

I TURISTI – “Un fiume di turisti arriva in tutta Italia in particolare nelle città d’arte. Noi siamo soddisfatti per la Campania, per Napoli, per le costiere; con Procida capitale della cultura prevediamo migliaia di nuovi arrivi, stiamo solo attenti per il Covid con l’arrivo di gente da ogni parte del mondo. Continuo su questo – ha detto – a chiedere la linea della prudenza. Quando passeggiate per una via commerciale è chiaro che l’assembramento c’è, mettiamo in conto che d’estate tutti vogliamo respirare un po’ di più, ci sarà  un rimescolamento sociale con una ripresa fortissima del turismo, è evidente che ci saranno contatti con centinaia di migliaia di persone che arriveranno a Napoli e in Campania”.

IL “CASO” CINA – “L’uso della mascherina sempre è la cosa più efficace, un piccolo sacrificio per tutelarci anche rispetto alle varianti. La Cina in genere anticipa di qualche mese quello che succede in Europa: in Cina hanno messo in quarantena 25 milioni di cittadini di Shangai, a Philadelphia hanno ripreso misure restrittive perché hanno registrato una diffusione di varianti estremamente pericolose. Nessuna drammatizzazione, ma teniamo i piedi per terra altrimenti ci divertiamo per due mesi e a ottobre dobbiamo richiudere tutto. Io vorrei evitare questo andirivieni – conclude il governatore – basta un po’ di prudenza, niente di eccezionale”.

Setaro

Altri servizi

Minimoto si scontra con un’auto: 12enne in coma farmacologico

Ha riportato due ematomi alla testa È in coma farmacologico al «Santobono» di Napoli il dodicenne di Savignano Irpino, in provincia di Avellino, che ieri...

Un ragazzo di 20 anni accoltellato nella notte: individuato il presunto aggressore

Il ventenne è stato ferito alla schiena Un ragazzo di 20 anni è stato accoltellato nella notte a Casal di Principe (Caserta). L’episodio è avvenuto...