Federproprietà Napoli

Agguato ad Arzano, morto Salvatore Petrillo: per gli inquirenti era l’obiettivo del raid

Pubblicità

Nell’agguato sono rimaste ferite altre quattro persone, due delle quali ritenute legate a Petrillo e due avventori del tutto estranei

È morto la scorsa notte nell’ospedale di Giugliano Salvatore Petrillo, 29 anni, pregiudicato e sorvegliato speciale, ritenuto l’obiettivo della sparatoria avvenuta il 24 novembre sera davanti al Roxy Bar di Arzano (Napoli).

Pubblicità Federproprietà Napoli

Nell’agguato sono rimaste ferite altre quattro persone, due delle quali ritenute legate a Petrillo e due avventori del tutto estranei. Petrillo era cugino di Pasquale Cristiano, ritenuto a capo del gruppo criminale che ha la sua roccaforte nel rione “167” di Arzano. Le sue condizioni erano apparse subito gravissime. Gli altri quattro feriti non sono in pericolo di vita.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Coronavirus, in Italia 23.696 nuovi contagi e altre 460 vittime

Nuovo aumento dei casi di Covid-19 in Italia: secondo il bollettino quotidiano del ministero della Salute sono stati 23.696 nelle ultime 24 ore; lieve...

Campania, Schifone (FdI): «Il blocco della mobilità di De Luca non ha senso»

«L’ultima ordinanza di De Luca - ha dichiarato Luciano Schifone della direzione nazionale di Fratelli d'Italia - che cerca di cavalcare l’immagine del duro...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter