Federproprietà Napoli

Napoli, due persone ferite a colpi d’arma ai Quartieri Spagnoli. ‘Stesa’ a Chiaiano

Pubblicità

Si torna a sparare nella città partenopea, due episodi si sono verificati nel tardo pomeriggio a poca distanza temporale

Due persone sono state ferite, questa sera, a colpi d’arma da fuoco a Napoli. Il fatto è accaduto intorno alle 19 in via Vico lungo San Matteo, ai Quartieri Spagnoli poco distante da via Toledo. Secondo quanto ricostruito fino a ora i feriti sono stati trasportati all’ospedale Pellegrini di Napoli.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il più grave dei due, Enrico De Maio, 57 anni, incensurato residente all’Arenella, è in codice rosso per una pallottola che gli ha spappolato il fegato. L’altro ferito, Vittorio Vaccaro, 58enne residente ai Quartieri, è stato colpito di striscio a un braccio. Sul luogo della sparatoria sono giunti gli agenti di polizia e i carabinieri che hanno recuperato numerosi bossoli ed effettuato i rilievi del caso.

Gli inquirenti sono a lavoro per capire se ci sono collegamenti con quanto avvenuto 40 minuti prima in via Santa Maria a Cubito, nel quartiere Chiaiano, estrema periferia Nord della città.

Quattro persone a bordo di due scooter, con indosso caschi integrali, hanno esploso numerosi colpi di pistola in aria in una ‘stesa’ a scopo intimidatorio. Tra i due episodi però, secondo la Polizia che indaga sull’accaduto, non ci sarebbero connessioni per la grande distanza tra i luoghi.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Truffa anziane con un finto corriere, arrestato 30enne napoletano

In una settimana si era fatto consegnare soldi e oro per 50mila euro In poco più di una settimana aveva truffato due anziane, facendosi consegnare...

Trasporti, Fratelli d’Italia: «Nel Belpaese il sistema è al collasso»

Nella giornata di ieri, in modalità streaming, si è riunito il Dipartimento Nazionale Trasporti di Fratelli d’Italia che ha elaborato un comunicato che pubblichiamo...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook