Federproprietà Napoli

Napoli, tra spritz e prosecco spunta l’accordo M5S-Pd. Iannone (FdI): «Tutti i salmi finiscono in gloria»

Pubblicità

Anche a Napoli il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico presenteranno un unico candidato alle prossime elezioni amministrative d’autunno.

Pubblicità Federproprietà Napoli

A sancirlo un incontro tra i rappresentanti napoletani dei due partiti politici. Presenti, per il Movimento, i parlamentari Alessandro Amitrano, Luigi Iovino, Gilda Sportiello, e i consiglieri di Municipalità Lorenzo Iorio e Fabio Greco, mentre per il Pd c’era il segretario di Napoli Marco Sarracino, il presidente metropolitano Paolo Mancuso e la segretaria dei Gd Ilaria Esposito.

Non c’è ancora chiarezza sul nome che gli elettori troveranno sulla scheda elettorale per lo schieramento giallorotto ma in pole sembra essere ancora l’ex ministro dell’Università Gaetano Manfredi favorito sul presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, nome che comunque ha suscitato apprezzamenti da parte di Marco Sarracino nelle settimane scorse. Il segretario partenopeo infatti lo ha definito «un’opportunità per la città».

Simbolico il luogo scelto per l’incontro: i vertici partenopei hanno deciso di parlare del futuro della città in un bar di Posillipo. Quartiere della Napoli-bene distante anni luce dall’elettorato che dovrebbe rappresentare lo zoccolo duro dei due partiti: operai e lavoratori.

Pubblicità

«Oggi con il Presidente Mancuso e la segretaria dei Giovani Democratici Ilaria Esposito, ho incontrato una delegazione del Movimento 5 Stelle. Napoli deve rinascere e noi siamo pronti per scrivere tutti assieme una nuova storia!» ha affermato sui social Marco Sarracino per annunciare l’accordo.

Significative anche le parole di Ilaria Esposito. «Si continua a lavorare – afferma – per presentare una coalizione solida del centro sinistra che ridia a Napoli la dignità e la normalità che merita, per rafforzare l’argine alla destra sovranista di Salvini alle prossime elezioni amministrative di Napoli». Come a dire che, ancora una volta, il Partito Democratico, invece di lavorare sui contenuti e sui progetti per Napoli e il suo rilancio, lavora per sconfiggere il cattivo di turno.

Leggi anche:  Napoli, Schifone (FdI): «Alle elezioni con il nostro simbolo. Sinistra responsabile dello sfascio, naturale convergenza dei 'civici' sul centrodestra»
Leggi anche:  Napoli, Schifone (FdI): «Alle elezioni con il nostro simbolo. Sinistra responsabile dello sfascio, naturale convergenza dei 'civici' sul centrodestra»

Sarcastico anche il senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania. «L’annunciata intesa – spiega – tra PD e 5 stelle per la corsa al Comune di Napoli è la conferma che i due partiti sono le due facce della stessa medaglia, la saldatura tra la politica clientelare del PD con la politica assistenziale dei 5 stelle».

«Come Fratelli d’Italia lo sostenevamo da tempo ed anche in Regione si apprestano ad abbracciarsi cafoni e chiattoni, come una volta si definivano vicendevolmente i nemici di fiducia De Luca e Ciarambino. Tutti i salmi finiscono in gloria – afferma il senatore – e De Luca sta a Zingaretti come la Ciarambino sta alla Lombardi con buona pace degli elettori sedotti e bidonati».

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Riaprire o non riaprire, il dilemma del governo

L’appuntamento cruciale è per oggi alle 11 quando si riunirà la cabina di regia a cui toccherà analizzare i dati della curva epidemica e...

Torre Annunziata, La paranza delle idee: «Con la zona rossa si sospenda la sosta a pagamento»

Con la Campania diventata zona rossa i cittadini della Regione dovranno ora fare i conti con nuove e più stringenti limitazioni e, soprattutto, con...

Ultime notizie

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook alla pagina ufficiale