Campania, De Luca ‘lancia’ la tessera vaccinale e apre la campagna elettorale per Napoli

Prossimamente nei portafogli dei cittadini campani, tra la card punti del supermercato o del distributore di benzina, troverà spazio anche la tessera della Regione Campania che testimonierà l’avvenuta vaccinanzione anti Covid-19. Non darà però diritto a nessun premio e a nessuno sconto ma per il governatore De Luca è «una bella novità tutta Campana».

Pubblicità

La notizia è stata comunicata dallo stesso presidente nella diretta di oggi. «Noi abbiamo deciso di dare a ogni cittadino che farà il vaccino sarà data una tessera di avvenuta vaccinazione. Sul retro c’è un chip che registrerà la vaccinazione. Ci auguriamo, fra qualche mese, che possano esibire questa tessera per andare magari al cinema, al ristorante, ma condizione di maggiore sicurezza avendo la certificazione che sono stati vaccinati. Ci auguriamo che questo sia un bell’incentivo a essere disponibili a farsi immunizzare».

E come un provetto venditore di pentole, il presidente Vincenzo De Luca apre ufficialmente la campagna elettorale per il Comune di Napoli. «Nelle prossime settimane – afferma – un impegno che dovrà assumere la regione Campania per la città di Napoli, che va al voto, è quello di chiedere nuove risorse per la città partenopea data la situazione di disastro finanziario nella quale versa il Comune. Questa battaglia dovrà farla la regione in prima linea sapendo che sarà una battaglia difficile».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Non è la prima volta – sottolinea – e chiediamo al governo nazionale di ripianare i debiti fatti per responsabilità non dell’Italia e non del governo nazionale. Ma è chiaro che se non prende in mano questa bandiera la Regione la battaglia rischia di essere perduta. Anche perché dobbiamo garantire a Napoli già come regione tutte le risorse necessarie per una rinascita della città e perché sappiamo che se non c’è l’aiuto della Regione ancora una volta la battaglia diventa disperata».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Non condivide diagnosi: spintoni e calci al personale del 118

Denunciato per violenza a pubblico ufficiale In disaccordo con la diagnosi dei sanitari aggredisce il medico e l'infermiera del 118 che l'avevano appena soccorso: è...

«Premio Strega»: Da Gramsci a Mira l’«Egemonia culturale» si trasfigura in «Supremazia dell’odio»

La scrittrice romana affronta i fatti di Acca Larentia e guadagna il suo posto al sole fra i 5 finalisti Viviamo in un’Italia in cui...